Matilde Sambo

Sculture e Installazioni

Cantus ab aestu
Ciò Che A Essa Si Sottrae, 2021

Animo Convulso
2020, GAM – Achille Forti di Verona

La materia non è mai al suo posto

OMEOSTASI
2018

Fairy Cage
2018, Video Frame

Fervore operoso e ascetico distacco

Performance

Vita Come Saliente Avidità
CURA, 2020, Ex Convento del Carmine, Scicli

Vita Come Saliente Avidità
2020, Performance Anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere

Vita Come Saliente Avidità
Performance Fonderia Artistica Battaglia

Stato Sottile
Volvo Studio, 2019

Video

Animo Convulso
2020, Cappella dei Notai della GAM di Verona

“Vita come saliente avidità”
Performance in Fonderia Artistica Battaglia, 2019

“Vita come saliente avidità”
Performance all’Ex Convento del Carmine, Scicli, in occasione della rassegna EX MACHINA, settembre 2020

“Vita come saliente avidità”
Performance Anfiteatro Santa Maria Capua Vetere, 2020

Fairy Cage

I NEED MORE

Progetti con aA29

Bio

Matilde Sambo nasce a Venezia nel 1993. È laureata in Arti Visive presso lo IUAV di Venezia. Oggi vive e lavora a Milano. 

Lavora con diversi linguaggi artistici quali la scultura (con una predilezione per le tecniche della cera persa e della micro-fusione), la performance, il video e il suono (utilizza diversi strumenti come chitarra elettrica e synth e si serve della pratica del field recording).
Ha partecipato a residenze artistiche nazionali e internazionali come VIR, Via Farini – In Residence, Milano (2017-2018), Collective Signatures, Formentera – Spagna (2018) e BoCs Art, Cosenza (2019). 

In ambito musicale e performativo è stata invece ospite, tra gli altri, al Festival Angelica, Teatro San Leonardo, Bologna; Pasinger Fabrik, Monaco; Argo 16, Venezia e Radio Raheem, Milano; 

Dal 2019 collabora attivamente con la Fonderia Artistica Battaglia di Milano.

Attraverso la sua ricerca l’artista esplora la complicata relazione tra mondo naturale e uomo, tra istinto e razionalità, tra totalità e frammento. I materiali che utilizza, sia per le sculture che per le performance, sono quasi sempre organici, soggetti all’azione del tempo, fragili e delicati, ma in continua trasformazione e mutamento. 

Nella serie Cantus ab aestu (2018-2019) si parla di un tempo circolare, scandito dal susseguirsi di cicli naturali di vita e morte: così le fragili mute di cicale recuperate dagli alberi vengono utilizzate come calchi per realizzare delle solide micro-sculture in bronzo e oro, in un atto creativo che rigenera, impreziosisce e conferisce un valore nuovo all’insetto. 

Con il progetto Falsità in buona coscienza (2019) l’artista invece percorre la sottile linea di confine che esiste tra coppie di opposti: natura e artificio, sacro e profano, piacere e dolore sono aspetti solo in apparenza contrastanti, poiché nei loro punti di contatto si mescolano e confondono fino a significare lo stesso. 

Vita come saliente avidità è invece un progetto in fieri, iniziato nel 2020 e ancora in corso, che alterna scultura, performance e video-installazione. Si divide in tre atti: vestizione, combattimento e cura e prevede il combattimento a corpo libero tra lottatori professionisti con armi in bronzo e armature in cera. La cera duttile, che si modella, piega e lacera sotto i colpi avversari, diventa il punto di partenza per una riflessione legata al trauma e alle ferite da risanare. Per questo progetto l’artista ha girato un cortometraggio all’interno dell’Anfiteatro campano di Santa Maria Capua Vetere nell’agosto 2020.

 

 

MOSTRE, PREMI E RICONOSCIMENTI

2020

Animo Convulso, Cappella dei Notai della Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, Verona 

The Sand Threshold, Mars, Milano

EX MACHINA, Ex Convento del Carmine / Palazzo Bonelli Patanè, Scicli (RG) a cura di Rosa Cascone e Lara Gaeta. Osservatori: Laura Barreca, Maurizio Bortolotti, Rossella Farinotti, Diego Mantoan. Prodotto da Site Specific e aA29 Project Room.

LIBERTÀ, Castello di Lajone, Lajoneart, curato da Luca Beatrice, Alessandria

Open Studio alla Fonderia Artistica Battaglia, Milano

-Residenza La Fornace, Milano

2019

– Residenza Fòcare, Cilento

– “Stato Sottile” , Volvo Studio Milano, con il sostegno di Lightbox e Via Farini 

– Vincitrice del premio Level 0, scelta da Patrizia Nuzzo per la GAM Achille Forti di Verona, ArtVerona 2019. 

– Mostra personale presso lo stand aA29 Project Room ad Art Verona “Back to Italy” , Verona

– Mostra collettiva “Estate, Autunno” @Via Seneca 5, Milano 

– Residenza BoCs Art, Cosenza

– Performance musicale, Pasinger Fabrik, Monaco, Germania 

– Performance musicale, Sale Docks, Venezia 

– Mostra personale “Falsità in buona coscienza”, aA29 Project Room, Milan

– Mostra collettiva “Dark New Age”,  Spazio Gamma, Milano

– Mostra collettiva “Friends”, Spazio Thetis, Venezia

– Ruolo di seconda camera e assistente al montaggio per “Ettore Spalletti ”, un documentario di Alessandra Galletta

– Performance musicale, Argo 16, Venezia

– Performance musicale, Radio Raheem, Milano, per un progetto di Eva Macali, “Rava Vavàra”

2018

– Residenza “Collective Signatures”, Formentera

– Mostra collettiva “Domande sul vivente”, aA29 Project Room, Milano

– “Trigger Parties”, Marsélleria, Milano

– Mostra collettiva, Villa Memo Giordani Valeri, Treviso

– Residenza VIR Farini, Milano, settembre-luglio 

2017

– Performance musicale, T-Space Milan

– Mostra collettiva “Doxa, sounds from society”, partecipa con il video “I NEED MORE”,   Istituto Romeno della Cultura, Venezia 

– Performance musicale su proiezione video, Loup studio, Rovereto 

– Residenza VIR Farini, Milano, settembre-dicembre 

– Sceneggiatura, riprese e montaggio del cortometraggio “I NEED MORE”

2016

– Video-installazione “To the last”, International Performance Art Week, Palazzo Mora, Venezia

– Performance musicale, International Performance Art Week, Palazzo Mora, Venezia

– Video-installazione “To the last”, in “Immagini e Conflitti” , Villa della Zonca, Treviso

2015

– Milano Film Festival: “All These Things I Used To Have”, video scelto per la sezione “Video espanso” come uno dei migliori video degli ultimi tre anni.

– “Creative Time Summit: The Curriculum”, Biennale di Venezia, Performer in “HOW TO KNOW” dell’artista Pedro Lash. 

2013

– Vincitrice del primo premio del “Pomilio Blumm award”, Pescara

2012

– Selezionata tra i finalisti della “Biennale Giovani Trento”

– Vincitrice del primo premio del “Video concorso Pasinetti” nella sezione “Un giorno qualunque”

2011

– Performance musicale, “Festival Sconfini”, Modena, con Mauro Sambo

2010

– Performance musicale, “Teatro Fondamenta Nuove”, Venezia, con Mauro Sambo

– Performance musicale, “Festival dell’acqua”, Valstagna, con Mauro Sambo

2007

– Performance musicale, “Palazzo Fogazzaro”, Schio, durante la performance di Mauro Sambo “I’d prefer not”.

Top