aA29 Project Room

 

aA29 Project Room prende il nome dal piccolo asteroide 2002 AA29 co-orbitante con la Terra che si pensa possa essersi formato dallo scontro tra la Terra e Theia, pianeta che, secondo la teoria dell’impatto gigante, avrebbe colliso con la Terra, dando origine poi alla Luna. Anche aA29 nasce dallo scontro-incontro con diverse entità del mondo dell’arte contemporanea dalla quale attinge, pur seguendo la propria orbita e osservando la realtà da angolazioni nuove e diverse.

 

È fondata da Gerardo Giurin e Antonio Cecora e si articola in due gallerie a Milano e Caserta, dirette da Lara Gaeta: spazi multifunzionali, creati per promuovere con mostre, progetti site-specific e residenze, diverse forme di sperimentazione. Nasce con un indirizzo socio-politico, per estendere il suo raggio d’azione a un terreno di ricerca più ampio, che esplora differenti possibilità di dialogo e di interazione con l’altro, con l’intento di decostruire alcuni fondamenti del pensiero dominante.

 

aA29 Project Room sostiene ricerche sensibili alla questione ecologica e ambientale, che generano nuove possibilità di incontro e connessione tra i viventi.

 

Gli artisti con cui collabora indagano delle condizioni liminari e dicotomiche tra l’essere umano e l’animale, il naturale e l’artificiale, il sacro e il profano, l’abitato e l’inabitato e sviluppano dei progetti nei quali, con azioni partecipative, viene coinvolto il pubblico, per l’affermazione di una coscienza collettiva che immagina degli scenari alternativi per il futuro.

Top